Fotocerchi - Fotografie con Cerchio e Diagonale, è un progetto fotografico di Alberto Missana. I Fotocerchi sono stati protagonisti di olte 20 mostre tra personali e collettive dal 2010 al 2011, periodo in cui sono stati anche premiati persso importanti concorsi nazionali.
linea
Home
Archivio Progetti Sala Lettura ebook Contatto
FOTOCERCHI - Fotografie con Cerchio e Diagonale
fotocerchi Fotocerchi - Fotografie con Cerchio e Diagonale è un progetto fotografico concepito per le gallerie d'arte moderna, adotta un linguaggio diverso dagli altri progetti fotografici e, come per tutta l'arte moderna, necessita di una "chiave di lettura" per poterne seguire il percorso creativo.

Guarda il Video su YouTube.


 
struttura cerchio diagonale I Fotocerchi sono un insieme di fotografie con una caratteristica che le accomuna: tutte le immagini insistono sul medesimo layout grafico composto da un cerchio presente nel quadrante in alto a destra e da un altro elemento grafico che suggerisce in maniera più o meno definita la diagonale che taglia l'immagine dall'angolo in basso a sinistra verso quello in alto a destra.

La base delle proporzioni è il cerchio, raddoppiando il suo diametro si ricava il lato corto della cornice, che a sua volta rappresenta i ¾ di quello lungo.

Per approfondire l'argomento leggi il libro in formato pdf, scaricalo al seguente indirizzo:  Fotocerchi, Fotografie con cerchio e diagonale.


Perchè sono nati i fotocerchi?
fotocerchi libro

La scelta di questa modalità comunicativa è funzionale a trasmettere un’idea, passando da un Fotocerchio all’altro l’occhio via via si educa a ricercare e riconoscere il cerchio e la diagonale, che spesso è poco riconoscibile, talora appena accennata. Durante il processo visivo prende corpo il concetto per cui sono nati i Fotocerchi, lo spettatore riesce a “vedere” la struttura soggiacente che è una entità immateriale ed astratta. Nella struttura dei Fotocerchi riecheggiano le idee platoniche ma la scelta del cerchio porta ad avvicinarsi al graficismo utilizzato dai monaci Zen per simboleggiare il Vuoto, sostanza soggiacente a tutte le cose.
 
La struttura cerchio e diagonale non è disegnata nei Fotocerchi, è una proiezione mentale dello spettatore che guardando i Fotocerchi compie un percorso cognitivo e riesce ad abbracciare un concetto nuovo che prima non esisteva nella sua mente. Una volta acquisito questo concetto è molto semplice applicarlo poi alla realtà che si incontra ogni giorno, vedere la struttura dei Fotocerchi nei cartelli stradali o in un pallone da calcio sulla linea di campo e così via. Un parallelo in miniatura del processo di educazione del monaco Zen che studia e medita per anni per riuscire a percepire il Vuoto, sostanza immanente a tutte le cose, nel mondo intorno a se.
 
Il dualismo cerchio-retta introdotto con la diagonale, oltre a dare dinamicità alla composizione, fa coesistere nell’immagine due opposti, la direzione della diagonale in antitesi con l’assenza di direzione del cerchio; l’uomo personificato dalla retta che si incrocia alla donna simboleggiata dal cerchio, parallelo segnico della maternità; la linea che traccia e divide con il cerchio che abbraccia e unisce.
Questo stesso dualismo lo ritroviamo nel simbolo per eccellenza del Tao, Ying Yang, in cui gli opposti si rincorrono e si compenetrano generandosi a vicenda.


Per approfondire l'argomento leggi il libro in formato pdf, scaricalo al seguente indirizzo:  Fotocerchi, Fotografie con cerchio e diagonale.

Guarda il Video su YouTube.


Attività espositiva
Locandina Biennale di Ferrara 2010 - Mostra personale Missana - Fotocerchi
Da gennaio 2010 a dicembre 2011 i Fotocerchi sono stati esposti in 22 mostre nazionali ed internazionali tra cui 5 mostre personali, tra cui si annovera anche la mostra personale presso la 5° Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea di Ferrara 2010, evento di spicco nel panorama italiano.






Dettaglio locandina Biennale di Ferrara: Fotocerchi.Biennale.Ferrara.pdf
Elenco mostre: Mostre Fotocerchi 2010-2011.pdf



Premio Eureka
Nel giugno 2011 il Fotocerchio “Fiammifero” si aggiudica il terzo premio al concorso nazionale EUREKA - Premio d’Arte Contemporanea, settore fotografia.











Fotocerchi - Fotografie con cerchio e diagonale

fotocerchi - fiammifero accensione
FIAMMIFERO

Un dettaglio, l’accensione del fiammifero, per enfatizzarne la quotidiana straordinarietà.


fotocerchi - fiammiferi Fiammifero - Multifoto
La breve ma straordinaria vita di un fiammifero, da pezzo di legno a piccolo astro, poi fuoco e poi nebbia nel vento.


Le quattro foto sono un tutt’uno e vanno considerate come un’opera unica.

fotocerchi - diamante arcobaleni - Newton
Newton (Diamante con Arcobaleni)
Il fenomeno dell’arcobaleno mi ha sempre affascinato, tuttora trovo fantastico il fenomeno della scomposizione della luce. In questa immagine si concentra la meraviglia del bimbo che guarda l’arcobaleno, l’interesse dello scienziato che studia il fenomeno in laboratorio e il piacere del guardare i riflessi interni del diamante.

I primi studi sullo spettro visibile furono condotti da Isaac Newton che per primo usò il termine spettro (dal latino spectrum, con il significato di "apparenza" o "apparizione"), in una stampa del 1671, dove descriveva i suoi esperimenti di ottica. Egli osservò che quando un raggio di luce colpiva una superficie di un prisma di vetro con un certo angolo, una parte del raggio veniva riflessa, mentre la parte restante attraversava il prisma e ne usciva scomposta in bande colorate.
Newton divise lo spettro in sette diversi colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu indaco e violetto. La scelta di sette colori non poggiava su basi scientifiche, ma filosofiche, in particolare sulla teoria sofistica della connessione tra colori, le sette note musicali, i pianeti (allora erano ritenuti essere sette) e i giorni della settimana.
L'occhio umano d'altra parte riesce solo con difficoltà a distinguere l'indaco dal blu e dal violetto, fatto che ha spinto molti a ritenere di dover eliminarlo dal novero dei colori dello spettro.

fotocerchi - Light painting
Light Painting
Light Painting è una tecnica fotografica che permette di utilizzare delle torce elettriche come se fossero dei pennelli luminosi  e “dipingere” il fotogramma.
In questa immagine si sono utilizzati dei gel colorati per dare maggior risalto alle varie linee di luce.
critica

fotocerchi - arancia
Energia
Energia in ogni senso, sia questa intesa come energia chimica contenuta nel frutto e quindi apporto di energia alla dieta, come energia elettrica utilizzata per l'illuminazione e anche come energia mentale del processo cognitivo di interpretare e cogliere l’essenza dell’immagine, che volutamente rompe gli schemi tradizionali di illuminazione di “natura morta”, che in questo Fotocerchio vuole diventare una "natura viva".



La risposta è: si, ho messo una lampadina dentro l'arancia..


fotocerchi - Matrimonio


dettagli fotocerhcio matrimonio



La struttura cerchio-diagonale




L’idea del Matrimonio è suggerita dalla metafora dei due anelli grande/piccolo per le fedi marito/moglie.



Le due ombre a forma di cuore suggeriscono il concetto dell’Amore.



Matrimonio - Corteggiamento - Legame


Questa è una pagina del Kamasutra, il significato è l’importanza del sesso per un matrimonio felice.

fotocerchi - bolle - stupore
Bolle
Immagine tratta dal ciclo "Stupore" dei Fotocerchi, la decontestualizzazione è utilizzata per creare curiosità e attivare una indagine da parte dello spettatore.



Ma credo sia molto difficile capire che si tratta di una lampada a cera degli anni '70, sopra c'è scritto "Non scuotere".. se disobbedite ecco il risultato.

fotocerchi - foucault
Foucault
In questa immagine si è voluto riassumere l’esperimento di Foucault tracciando il movimento di un pendolo luminoso davanti ad un planisfero dell’800 che simboleggia la concezione ottocentesca dellaTerra e del suo moto.

Jean Bernard Léon Foucault (Parigi, 1819 –1868) è stato un fisico francese conosciuto per l'invenzione del Pendolo di Foucault, un'attrezzatura che serve a dimostrare la rotazione della Terra.
Nel 1851 egli riuscì a dare dimostrazione diretta della rotazione della terra intorno al proprio asse con un esperimento tanto semplice quanto geniale. Egli sfruttò il principio di inerzia in maniera originale fecendo oscillare un pendolo con una massa rilevante e di notevole lunghezza all'interno del Pantheon di Parigi: per rispettare le leggi d'inerzia il piano di oscillazione deve rimanere inalterato ma a causa della rotazione terrestre i parigini videro il pendolo che lentamente cambiava direzione. Fu per questa dimostrazione e per l'invenzione del giroscopio che ne deriva che nel 1855 ricevette la medaglia Copley dalla "Royal Society" di Londra.
critica

fotocerchi - golf
Drive
Immagine giocata  sul doppio riflesso del giocatore sulla superficie lucida della mazza da golf - detta appunto "Drive".

La diagonale è suggerita dallo sguardo del golfista che guarda la pallina e nel riflesso crea la traiettoria della diagonale dell'immagine.

fotocerchi - 150 italia
Italia
Immagine creata per i 150 anni della Repubblica d'Italia, riassume tutti gli stereotipi e le parole che ci hanno resi famosi o famigerati nel mondo, la biglia di vetro fa da lente su alcune parole in particolare.


fotocerchi - goccia
Goccia d'Acqua
Immagine concepita per il ciclo "Stupore" dei Fotocerchi, il breve tempo di scatto cristallizza questa goccia nel lavandino di casa e le conferisce un aspetto vetrificato.

fotocerchi - albero di natale
Albero di Natale
Il carosello delle luci di Natale nelle strade e nelle case reinterpretato con una tecnica di light painting.

fotocerchi - iris di van gogh reloaded
Iris di Van Gogh - Reloaded

Un piccolo pensiero ad uno dei miei pittori preferiti.

fotocerchi - leonardo
Leonardo
critica

fotocerchi - lapis
Lapis

fotocerchi - scale
Scale

fotocerchi - tubo cartone
Tubo di Cartone

fotocerchi - globi
Globi

fotocerchi - stella cometa
Stella Cometa



Light painting con fusetta, pile e lenti colorate

fotocerchi - matita multicolor
Matita Multicolor

fotocerchi - caffè
Caffè - Multifoto
Storia di un piacere tutto italiano: il caffè “domestico” fatto con la moka.


Le quattro foto sono un tutt’uno e vanno considerate come un’opera unica.


fotocerchi - eclisse in cucina Eclisse in Cucina
fotocerchi - presepe Presepe - Reloaded

fotocerchi - numismatica
Numismatica
Il Fotocerchio multiplo Numismatica è parte della serie di immagini “Illusioni Ottiche” che si prefiggono l’obiettivo di giocare e incuriosire.
Il tema trattato è l’errore di valutazione in cui il cervello umano cade quando una stessa circonferenza viene circondata da altri cerchi di dimensioni minori o maggiori, infatti la dimensione all’interno del fotogramma del cerchio “soggetto” è sempre la medesima ma scorrendo l’occhio tra le varie foto la si vede variare.
Sfruttando questa illusione come punto di partenza si sono prese in considerazione le monete da 50 £ e 100 £ normali e piccole da utilizzare come circonferenze per costruire l’illusione ottica.
La costruzione geometrica delle 16 immagini che costituisce Numismatica è piuttosto laboriosa, per non appesantire questa pagina web ho creato un breve testo per i più curiosi:

pdf numismatica Numismatica.pdf
Dimesione: 2.1 MB
Anno: 2011
8 pagine

Ringrazio l’amico collezionista numismatico Paolo per avermi fornito le monete, soprattutto le 50£ e 100£ piccole, ormai introvabili.

Le 16 foto sono un tutt’uno e vanno considerate come un’opera unica.

fotocerchi - numismatica 1 fotocerchi - numismatica 2


fotocerchi - light spot
Sintesi Additiva dei Colori
Come già scritto sopra, la luce e la sua scomposizione mi hanno sempre affascinato, in queste immagini mi sono occupato di un concetto molto utilizzato: la sintesi additiva dei colori.
La sintesi additiva è il principio utilizzato dai monitor e televisioni per produrre i colori che noi normalmente vediamo unendo tre colori, tipicamente rosso, verde e blu, da cui l’acronimo inglese RGB (Red Green Blu).
La somma dei tre colori genera il bianco.


Ho cercato di creare una serie di immagini tra l’onirico e l’astratto per poter parlare di pura luce.

Ringrazio mia suocera per aver fornito le lucine dell’albero di Natale multicolor: grazie Lucia.

Le quattro foto sono un tutt’uno e vanno considerate come un’opera unica.

fotocerchi - val pesarina
Il Museo del Tempo - Pesariis

Questa immagine è un piccolo tributo all'orologio, meravigliosa macchina che ormai diamo troppo per scontata.

Il Museo del Tempo a Pesariis è magnifico, uno dei tanti gioielli italiani dimenticati, se fosse all'estero ci sarebbero corriere di turisti tutti i fine settimana.

Io ho chiesto la chiave al custode e quando sono uscito ho chiuso la porta...
.




fotocerchi - google
Google Doodle reloaded by Fotocerchi

Conosciamo tutti i doodle di Google, questa è la mia personale reinterpretazione in versione Fotocerchi.

fotocerchi - gocce
Gocce d'Acqua

Le immagini raccontano lo stupore del bambino che guarda la pioggia cadere su uno specchio d’acqua, in un crescendo da poche gocce alla pioggia.


Le quattro foto sono un tutt’uno e vanno considerate come un’opera unica.




fotocerchi - lux mea lex
Lux Mea Lex
La scritta “Lux Mea Lex” viene solitamente inserita all’interno delle meridiane a significare “La luce mi governa”.
In questa sequenza di immagini è stata presa a prestito per poter creare un paralellismo con la fotografia e focalizzare l’attenzione sull’attività del fotografo che in base alle condizioni di luminosità, sia questa naturale o artificiale, deve adattarsi ed interagire con luce imparando a conoscerla ed utilizzarla. Nella vita quotidiana del fotografo è la Luce a guidare le scelte, è la Luce che comanda.



Le otto foto sono un tutt’uno e vanno considerate come un’opera unica.
lux mea lex Chiave di lettura

fotocerchio - albero genealgico
Il mio Albero Genealogico

Nonni, genitori (io e mia moglie) e le mie due figlie.

Progetto da sviluppare con diverse famiglie, magari multietniche, per vedere come si trasmettano i caratteri ereditari da una generarzione all'altra.




Le otto foto sono un tutt’uno e vanno considerate come un’opera unica.

linea